E-commerce: 5 suggerimenti per il Content Marketing di successo

 
macchina-da-scrivere

Il Content Marketing può aiutare le aziende ad aumentare sia il traffico sul vostro portale e-commerce sia le vendite effettive, (le famose conversioni) ma può anche essere costoso, difficile da eseguire, lento, e un po’ difficile da misurare. È diventato ormai un movimento di primo piano, diciamo, del momento.

Smart Insights, una società di consulenza, ha effettuato di recente un’inchiesta per capire quale fosse la strategia, o la percezione di essa, di marketing digitale ritenuta fondamentale per avere successo nel 2015. Il content marketing ha vinto con un ampio margine del 29,6% degli intervistati, mentre la SEO è percepita come “più importante” da solo il 4,3% degli intervistati.

Smart_Insights_01

I consigli della nostra Web Agency per gli shop online

E’ sempre una questione di come e quando lo si esegue. Ecco 5 consigli da parte degi esperti della nostra Web Agency che oltre a occuparsi di Web marketing è anche un’agenzia SEO con alle spalle un’esperienza decennale nel campo.

 

1. Obiettivo

Sarà banale ma il tutto dovrebbe iniziare con un obiettivo se avete intenzione di avere il successo desiderato. Forse, se si vogliono aumentare le vendite complessive, o ottenere nuovi subscribers, si potrebbe pensare di differenziarsi dai competitor e guadagnare margini migliori, piuttosto che competere sul prezzo.
Una volta che si ha un obiettivo – qualcosa su cui puntare – sarete pronti a sviluppare la vostra strategia di content marketing che sarà uno dei cardini del vostro business.

 

2. Produrre contenuti per i vostri clienti

Nel web marketing il contenuto dovrebbe essere interessante, stimolante. In caso contrario, il vostro web writer ha sprecato il suo tempo. La creazione di contenuti si occupa della ricerca e la produzione di diversi tipi di contenuti in grado di attrarre un pubblico preciso. Non importa quale stile di blogging o di scrittura si sceglie (Francesco Ambrosino ce ne offre uno in un suo recente articolo), l’importante è assicurarsi di offrire un valore. C’è una grande richiesta di contenuti di valore in ogni settore, ma non è sempre facile produrre il tipo di contenuto adatto a raccontare la proprio azienda, i propri prodotti e/o servizi. I vostri contenuti, devono inoltre essere utili per i vostri clienti e potenziali clienti, e ricordare di essere disponibile, divertente e istruttivo. Naturalmente come ci ricorda perfettamente Ludovica De Luca questa attività ha un costo!

 

3. Utilizzare Video

È quasi superfluo dire che i video online sono popolari. A titolo di esempio, HighQ, una società di software di applicazioni di soluzioni di content marketing, ha recentemente riferito che i video online rappresentano la metà di tutto il traffico Internet mobile. C’è di più, qualcosa come il 78% guarda video online settimanalmente e circa il 55% degli utenti guarda video online ogni giorno.
È interessante notare che i contenuti video di marketing creano l’opportunità, non la certezza, a vendere di più. Anche qualcosa di semplice come l’aggiunta di video dimostrativi del prodotto possono fare la differenza.

Il video on-line sta diventando rapidamente un mezzo fondamentale per le persone a soddisfare i propri bisogni di informazione e di intrattenimento, le piccole aziende che non riescono a comprendere questo nelle loro strategie di web marketing rischiano di rimanere dietro ai loro competitors. Quindi sembra essere il futuro del content marketing, non un caso che sia Facebook che Twitter investono in tal senso in netta competizione a Youtube.

 

4. Non dimentichiamo le immagini

Oltre ai video, come detto in precedenza, pensare a belle e pertinenti immagini può aggiungere successo del proprio sito web. Le immagini sono relativamente facili da condividere sui social network come Pinterest, Instagram, e quelle immagini potrebbero anche contribuire ad ulteriori clic.

 

5. Promuovere i tuoi contenuti

Il vostro blog non è l’unico posto dove si deve pubblicare e promuovere i contenuti. È necessario una pianificazione dei contenuti, pensare dove saranno distribuiti e, forse, ancora più importante, come saranno promossi. Per lo meno, considerare il collegamento del contenuto nei social media, nelle campagne di email marketing, e naturalmente il collegamento alle varie sezioni del vostro sito per contenuti pertinenti.

 

Comprendere ciò che serve per il proprio business è frutto di una sintesi e di una continua ricerca della strategia migliore. Il tempo è il fattore fondamentale! Pretendere che i risultati si possano avere nel breve periodo è spesso utopistico, entriamo nel campo della fuffologia (ne parliamo qui con Cinzia Di Martino).

la calma è la virtù dei forti!

E voi che ne pensate? Avete qualche altro suggerimento?

TAGS > ,

  • grazie per la menzione!

    • Pierfrancesco Rizzo

      E’ stato un piacere ed un onore 🙂