Politically InCOREct: Rob Casataleggio, il fake che sembra vero

 
politically-incorect-rob-casaleggio

Sesto appuntamento per Politically InCOREct, la rubrica della Web Agency dedicata ai fake e al Social Media Marketing. Dopo tanto peregrinare sui social network tra fake presidenziali, geolocalizzati e con lo zaino in spalla è arrivato il momento di guardare le stelle. Le 5 stelle. Il fake di oggi è Rob Casataleggio, che in teoria politico non è, ma è padre (o madre chissà ! qui si aprono profondi discorsi sull’identità di genere) del Movimento 5 Stelle. Che è un movimento di cittadini, badate bene, e non un partito.

Almeno così continuano a dichiarare i diretti interessati.

Ho scelto lui non solo per la par condicio, ma perché lo seguo da tempo e una delle cose che più mi colpisce del suo profilo è che, spesso, si fatica a capire se a scrivere sia davvero un fake o quello vero.

Le cifre di retweet e preferiti non sono altissime, ma sono tali da renderlo uno dei protagonisti della folta popolazione dei fake italici.

Temi affrontati e linguaggio sono quelli tipici: parlamento da aprire come scatolette di tonno, espulsioni, caste, scomuniche varie, no euro e naturalmente “uno vale uno”.

Il tutto condito con una sana ironia. Quella che, forse, manca a Patti Smith…ops ho sbagliato.. a Roberto Casaleggio!

 

I numeri del fake di Casaleggio su Twitter

Social d’azione : Twitter

Follower: 4728

Tweet: 2941

Data di nascita: Marzo 2013

Informazioni profilo: Ideologo apocalittico. Ideatore e manutentore di microchip. In guerra contro le scie chimiche. Sosia di Donovan. Uno vale uno!

 

I migliori tweet del fake

16 febbraio 2015 : “Ha detto di Battista che, se non smettete di prenderlo in giro perché spara balle, vi fulmina col suo raggio laser.” (39 retweet, 35 preferiti)

 

29 gennaio 2015. “Raccogliamo le firme contro l’euro e candidiamo alle Quirinarie #Prodi, il padre dell’euro. Abbiamo la faccia come il culo.” (58 retweet, 32 preferiti)

29 dicembre 2014: “Noi la sera di capodanno non festeggiamo l’anno nuovo, espelliamo quello vecchio” (47 retweet, 44 preferiti)

10 Ottobre 2014: “Oggi diciamo che uno vale uno, perché al circo massimo siamo uno, massimo due” (21 retweet, 19 preferiti)

 

Un aggettivo per descriverlo: pentastellato

TAGS >